Anno della Fede: i documenti

A 50 anni dall’apertura del Concilio Vaticano II fino al 28 novembre 2013, i cattolici sono chiamati a «ravvivare in tutta la Chiesa quella positiva tensione, quell’anelito a riannunciare Cristo all’uomo contemporaneo» ha detto il Papa durante l’omelia della Messa di apertura dell' Anno della fede che per un mese accompagna il Sinodo dei Vescovi per la nuova evangelizzazione. Benedetto XVI ha ricordato commosso la sua partecipazione all’evento conciliare nel 1962 con «quella tensione nei confronti del comune compito di far risplendere la verità e la bellezza della fede nell’oggi del nostro tempo, senza sacrificarla alle esigenze del presente né tenerla legata al passato: nella fede risuona l’eterno presente di Dio, che trascende il tempo e tuttavia può essere accolto da noi solamente nel nostro irripetibile oggi».

Omelia del Papa per l'apertura dell'Anno della fede
Lettera Apostolica di Benedetto XVI con la quale si indice l'Anno della Fede
Sito ufficiale dedicato all'Anno della Fede
Nota con indicazioni pastorali per l'Anno della Fede
«Alla scoperta del Dio vicino», lettera pastorale alla Chiesa Ambrosiana, del cardinale Angelo Scola «Alla scoperta del Dio vicino»
Approfondimenti di Tracce per Anno della Fede


La prima politica è vivere, con Maurizio Lupi ed Enrico Letta

L’Associazione culturale universitaria Antonio Rosmini con la partecipazione della Scuola di Formazione all’impegno sociale e politico della Diocesi di Padova (Fisp) e del Centro Universitario Padovano organizza venerdì 13 gennaio 2012 alle ore 18.00 nella sala polivalente del Centro culturale Altinate/San Gaetano di via Altinate, 71 - Padova la presentazione del volume La prima politica è vivere (ed. Mondadori 2011) di Maurizio Lupi, vicepresidente della Camera dei Deputati. Il testo sarà presentato da Enrico Letta, vicesegretario del Partito Democratico, alla presenza dell’Autore. Introdurrà Daniele Marini, docente di Sociologia del Lavoro e dei Sistemi Organizzativi all’Università di Padova.


Gesù di Nazareth: una presentazione “ecumenica” per il nuovo libro del papa

A pochissimi giorni dall’uscita, (l’11 marzo nelle librerie di tutto il mondo), l’Associazione culturale universitaria Antonio Rosmini di Padova e la Facoltà teologica del Triveneto organizzano mercoledì 16 marzo alle ore 21.00 nel teatro della Facoltà Teologica del Triveneto (via del Seminario, 29 - Padova) un incontro di presentazione del volume Gesù di Nazareth - Dall’Ingresso a Gerusalemme alla Risurrezione di Joseph Ratzinger - Benedetto XVI (Libreria Editrice Vaticana, pp. 380).

Introduce don Orioldo Marson docente di Teologia dogmatica - Facoltà teologica del Triveneto, relatori Rainer Riesner, esegeta protestante della Scuola di Tubinga e amico del Santo Padre e don Giacomo Tantardini, docente di Teologia filosofica alla Pontificia Facoltà Teologica San Bonaventura – Seraphicum. Coordina Eugenio Andreatta, presidente della Consulta delle Aggregazioni laicali della Diocesi di Padova.

Il volume rappresenta la naturale continuazione del Gesù di Nazareth, uscito il 16 aprile 2007. Questo secondo volume sarà incentrato sulla fase finale della vita di Cristo, la sua passione, morte e resurrezione, nucleo fondante e iniziale degli stessi racconti evangelici. L’iniziativa è finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi della legge 3.8.1985 n. 429 sulle iniziative culturali studentesche.

Info rosmini@diade.org


Il grande teologo anglicano John Milbank parla di sussidiarietà al Bo

L’Associazione culturale universitaria Antonio Rosmini organizza per martedì 12 ottobre 2010 alle 17.45 nell’aula magna dell’Università di Padova (via VIII Febbraio 2) l’incontro “Che cos’è l’uomo perché te ne ricordi, il figlio dell’uomo perché te ne curi? - Le radici della sussidiarietà”.

Relatore John Milbank, professore di Religione, Politica ed Etica all’Università di Nottingham (UK). All’inizio dei lavori porterà il suo saluto Giuseppe Zaccaria, magnifico rettore dell’Università di Padova, mentre l’introduzione sarà a cura di Andrea Pin, ricercatore della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Padova. L’iniziativa è finanziata con il contributo dell’Università di Padova sui fondi della Legge 3.8.1985 n. 429 per le iniziative culturali e ricreative degli studenti e gode del patrocinio dell’Università di Padova e della Facoltà Teologica del Triveneto.

Professore di Religione, Politica e Etica all’Università di Nottingham, Milbank è una delle voci più autorevoli del mondo anglicano contemporaneo. Teologo e cultore di scienze sociali, tratterà di un concetto - la sussidiarietà - sempre più in voga, anche se non tutti quelli che ne parlano sono forse consapevoli delle implicazioni e delle radici profonde di questo termine. Milbank parlerà a pochi giorni dal viaggio del papa nel Regno Unito, un viaggio nel quale il Santo Padre in più occasioni ha rimarcato l’importanza dell’esperienza religiosa come elemento di ricchezza per la convivenza civile.

Info rosmini@diade.org


Gran Tuc 2010, un torneo lungo un giorno

Una giornata intera a base di partite di calcio con le migliori formazioni universitarie patavine sulla piazza. È il Gran Tuc, il Torneo universitario di calcio, organizzato dall’Associazione culturale universitaria Antonio Rosmini con il finanziamento dell’Esu di Padova, che in quest’anno 2010, in coincidenza con i Mondiali di calcio sudafricani, da torneo di calcio a 5 passa alle squadre di otto giocatori. La manifestazione si terrà venerdì 7 maggio 2010 dalle ore 9 alle ore 21.30 nei campi di calcio dell’Atletico 2000 di Terranegra - Padova viale Internato Ignoto. La competizione, forte di venticinque anni di storia, coinvolgerà otto squadre, tra le quali si annunciano particolarmente motivati gli Steno boys, che dovranno vedersela con Fame chimica (intuibile la facoltà di riferimento) e i Murialdo’s dell’omonimo collegio. Da Fisica e Giurisprudenza provengono i Fis Jus, mentre un valido apporto è dato dalla facoltà di Statistica con i Perry’s e i Tequila Saudade, formazione che al suo interno annovera anche qualche studente di Medicina. C’è posto pure per Ingegneria con gli Amici di Paolo, mentre un’interessante contaminazione tra sport diversi si annuncia con il Rugby team, compagine temibile sul piano fisico, visto che tra i giocatori annovera anche alcuni rugbisti. Un bello spaccato del mondo universitario, insomma. E anche un’anticipazione della formula futura del torneo. «L’obbiettivo per i prossimi anni è giungere a un vero e proprio “mondiale di ateneo”», spiega l’organizzatore Paolo Maglio, «con una squadra per ognuna delle tredici facoltà padovane».


Martedì 17 marzo 1998, «Movimento cattolico e movimenti ecclesiali, per una lettura del cattolicesimo contemporaneo»

Le lezioni di don Giacomo Tantardini nell’Università di Padova non iniziarono subito come convegni dedicati esplicitamente a sant’Agostino, anche se le citazioni, ma prima ancora la forma mentis agostiniana erano evidenti fin da subito. L’occasione che diede il via alle sue lezioni fu l’invito del prof. Giuseppe Butturini, che teneva il corso di “Storia della Chiesa in età moderna e contemporanea” nella Facoltà di Lettere. La prima lezione si tenne martedì 17 marzo 1998 nell’aula A di via Bassi (e quindi ancora “in periferia” rispetto al centro del mondo universitario padovano) e fu dedicata al tema «Movimento cattolico e movimenti ecclesiali: per una lettura del cattolicesimo contemporaneo». Il testo che proponiamo, non rivisto ufficialmente dall’autore, è tratto da appunti presi e ordinati dagli studenti.

Scarica il testo della lezione di martedì 17 marzo 1998.