Lun 20 Mag ore 21 – Incontro dal titolo: Persona, popoli, Europa: come riprendere il cammino comune?

L’Associazione Rosmini propone un incontro con due osservatori d’eccezione: Maurizio Sacconi, presidente dello steering committee di Adapte già Ministro del Lavoro e Senatore della Repubblica e Mario Bertolissi, ordinario di Diritto costituzionale presso l’Università di Padova.

L’evento si terrà presso l’Istituto Dieffe, Noventa Padovana, lunedì 20 maggio 2019, h. 21.00.

La Rosmini intende consentire una riflessione costruttiva, attraverso un serrato paragone tra i due ospiti e gli interrogativi di ciascuno. Per questo, saremo lieti di inoltrare ai relatori le domande e osservazioni pervenute entro il 18 maggio all’indirizzo info@rosminipadova.it.

 

Che l’Europa esista ancora per il bene della persona e dei popoli non è più un’evidenza. Le elezioni provocano tutti a contribuire a ritrovare un comune spazio di dialogo e costruzione. Nell’epoca in cui i social media paiono azzerare le mediazioni, i tempi di reazione e di riflessione, due opposti si rispecchiano nell’imminente scadenza elettorale. Da un lato, non semplicemente un atteggiamento apertamente critico, ma una postura radicalmente scettica. Per essa hanno perso di significato i decenni di faticosa, talvolta stentata e persino contraddittoria costruzione di un orizzonte comune nel cuore dell’Europa ripetutamente devastata da due guerre mondiali e in seguito congelata in uno scacchiere che per decenni ha consegnato il Continente ad una dolorosa contrapposizione. Dall’altro, una stanca retorica, che si aspetta l’adesione ad una promessa fatta nel passato ma che pare avere perduto mordente e contatto con la realtà. Pur nei loro limiti, queste due estremità propongono due formidabili sfide agli elettori europei: da un lato, una prospettiva storica, che non smarrisca il bene generato e ricevuto dalla relazione tra Paesi e popoli un tempo nemici mortali; dall’altro, il grande interrogativo su cosa davvero risponda alle urgenze attuali (dalle diseguaglianze economiche all’immigrazione, alla sicurezza, all’educazione e al futuro dei giovani) e renda possibile il dialogo e la costruzione di un’Europa al servizio del bene comune.

Scritto da

Per favore commenta usando il tuo nome reale e con buone maniere.

Lascia un commento