CHI SIAMO

L’Associazione Culturale Antonio ROSMINI nasce nel 1985 da parte di alcuni studenti dell’università di Padova con l’intento di voler favorire l’approfondimento dell’esperienza degli studenti in università. Oggi l’associazione, allargando il proprio orizzonte, è composta prevalentemente da adulti e giovani universitari.

 

Di cosa si occupa la ROSMINI?

La ROSMINI intende porsi come luogo di incontro, strumento di presenza sociale, per la realizzazione di un’autentica solidarietà fra gli uomini, esprimendosi primariamente all’interno del territorio patavino e veneto.

La ROSMINI opera favorendo – secondo l’apertura culturale che era propria di Antonio Rosmini, educatore e filosofo – l’approfondimento dell’esperienza della contemporaneità, proponendo alla città occasioni di incontro, spettacolo, riflessione, cultura ed esperienza artistica sulle tematiche più attuali ed interessanti.

Nel 2017 vogliamo continuare ad aprire la nostra Città alle sfide che il mondo e il nostro Paese ci lanciano attraverso proposte ed eventi che rispettino l’intuizione originaria della ROSMINI: guardare alla contemporaneità facendone emergere la positività e giudicandola senza schemi dominanti o di convenienza occasionale. Per maggiori informazioni leggi clicca qui.

 

Alcune delle ultime INIZIATIVE:

VERSO IL REFERENDUM –  Il nostro contributo al bene comune, Padova, 18 novembre 2016
Incontro Pubblico con due docenti universitari di Diritto Costituzionale a patire dalla provocazione: “È possibile, in questo contesto, approssimarsi alla data del 4 dicembre evitando sia la logica di schieramento sia l’indifferenza? “. Leggi il post nel sito cliccando qui.
Testimonianza, Padova, 21 maggio 2016
Incontro Pubblico con Gregoire Ahongbonon, presidente dell’Ass.ne S. Camillo, Bouaké, Costa d’Avorio, impegnata nella riabilitazione dei malati mentali in Africa.
Armonie Giottesche, Padova, Marzo/Giugno 2016
Spettacolo Itinerante ispirato al ciclo di affreschi della Cappella degli Scrovegni. Le composizioni per pianoforte ideate e scritte appositamente per il racconto dell’opera di Giotto dal pianista Marcelo Cesena. Alla musica si uniscono momenti di prosa recitata e immagini dinamiche degli affreschi per la creazione di un evento unico ed emozionante. Leggi il post nel sito cliccando qui.

Lo spettacolo è in realizzazione in giro per il territorio nazionale e contattaci se vuoi portarlo nella tua città. Per maggiori informazioni clicca qui.

Masse in movimento – Padova, 28 settembre 2015
Incontro Pubblico con Mons. Silvano Tomasi, osservatore permanente per la Santa Sede presso le Nazioni Unite, e Giampaolo Silvestri, direttore dell’Associazione Volontari per il Servizio Internazionale, in tema di migrazioni.
Sperando contro ogni speranza – Padova, 3 dicembre 2015
Incontro Pubblico con l’editorialista di Avvenire Giorgio Paolucci relativamente alla condizione delle minoranze religiose negli scenari di guerra civile contemporanea.